Farm Art Festival 2017

June 1, 2017

“L’artista, l’arte e il pubblico, tre elementi che creano un rapporto con la natura”. Così Miguel Gomez, già direttore artistico di Bibart (Biennale Internazionale di Bari e area Metropolitana), segna il fulcro intorno al quale è stato pensato il Farm Art Festival, la due giorni di arti, che si terrà domani e dopodomani all’interno della Masseria Didattica Terre D’Incontro a Casamassima. Il festival, ad ingresso libero, promosso dalla Federico II eventi con il patrocinio del Comune di Casamassima e della Regione Puglia, propone nuovi ed inconsueti spazi, fatti di campagna, uliveti, vigneti ed architetture rurali decentrate rispetto agli spazi urbani, per un ritorno ai luoghi d’origine e per un rapporto più a misura d’uomo con le nostre percezioni.  Questo festival è caratterizzato infatti da un taglio fortemente europeo, proponendo un percorso tra pittura, fotografia, land art, moda, cinema, scultura, visual art, ma anche teatro danza e performance, con musica ed un’appropriata selezione enogastronomica a Km0. Le esibizioni sono pensate in alternanza tra le arti, con un ritmo continuo, così da mescolare i generi, con un “effetto sorpresa” per il pubblico. I visitatori saranno liberi di sostare, percepire ed assistere a tutte le performance in programma senza limiti di tempo. “Ogni artista è rappresentato da opere particolarmente significative della propria ricerca, al fine di creare un percorso di paesaggio verso un orizzonte visivo e concettuale incentrato sul rapporto tra l’opera e lo spazio che la circonda. Questo è dunque il messaggio che vogliamo trasmettere, - ha spiegato ancora Gomez - un linguaggio che va al di là di quello artistico un messaggio che ci suggerisce una strada percorribile per cercare armonia, equilibrio, sostenibilità, nell’unico mondo che può ospitare la vita, il nostro pianeta”. Questa mattina è intervenuto ai nostri microfoni Michele Loiacono, presidente della Federico II eventi. Ci ha descritto i punti cardine del programma. Ascoltiamolo.

di Paola Pagone

00:0000:00

Intervista a Massimo Abrescia per l’evento Two Guitars nella rassegna Hermitage durante gli aperitivi musicali del Caffè dei 100 Passi a Bari_20042017

April 20, 2017

Sabato 22 aprile alle 20.30 il Caffè dei cento passi presenta il primo evento della rassegna “Hermitage” a cura di Massimo Abrescia, dal titolo “Two guitars”. La serata celebra la musica come dono e cura del corpo di chi la interpreta e di chi l’ascolta. Alchimia dei sensi che svela i sensi più puri, risuona come in un eremo solitario raggiungendo l’anima e armonizzandosi con essa. Intervenuto ai nostri microfoni, Massimo Abrescia ha presentato la serata dove le chitarre, sia elettriche che acustiche, saranno le protagoniste assolute del repertorio jazz, soul e pop rock.

00:0000:00